Mowi è nella “A List“ di CDP, per la sua lotta al cambiamento climatico

Mowi è entrata nella “A List“ di CDP grazie al suo impegno per la lotta al cambiamento climatico

Mowi è nella “A List” 2020 di CDP, un’organizzazione non profit internazionale che fornisce a imprese, enti locali, governi e investitori un sistema globale di misurazione e rendicontazione ambientale.

Il CDP ha creato un sistema per misurare e condividere a livello globale le informazioni riguardanti il cambiamento climatico, con l’obbiettivo di fornire strumenti per la creazione di un’economia sostenibile che tuteli l’ambiente.

Quest’anno Mowi è entrata nella prestigiosa “A List” del CDP, la lista che include le aziende che guidano la lotta al cambiamento climatico grazie alle azioni intraprese per ridurre le emissioni e i rischi per il clima e per sviluppare un’economia a basse emissioni di carbonio.

Parlando del risultato, Catarina Martins, Chief Sustainability and Technology Officer di Mowi, ha dichiarato: “Che modo fantastico di concludere il 2020! Vogliamo guidare la Blue Revolution e per farlo per ci siamo posti obiettivi ambiziosi, per contrastare il cambiamento climatico. Ottenere il riconoscimento per ciò che abbiamo raggiunto fino ad oggi da parte del CDP, l’organizzazione la cui procedura è ampiamente nota come il gold standard della trasparenza ambientale per le imprese, è davvero significativo per ogni dipendente Mowi”.

Su oltre 5.800 aziende, Mowi è una delle poche società ad alte performance ad essere stata valutata. Grazie all’azione concreta e comprovata per contrastare il cambiamento climatico, il CDP considera Mowi leader globale per ambizione, azione e trasparenza nella tutela dell’ambiente.

Nel 2020, più di 515 investitori con oltre 106 trilioni di dollari di investimenti e 150 grandi acquirenti con 4 trilioni di dollari in spese di approvvigionamento, hanno chiesto ad aziende di divulgare dati sul loro impatto ambientale, sui rischi e sulle opportunità, attraverso la piattaforma di CDP. Hanno risposto in oltre 9.600 – il numero più alto mai registrato.

Nella valutazione di queste società, CDP utilizza un approccio accurato e indipendente. Il metodo si basa sull’assegnazione di un punteggio da A a D, deciso in seguito all’analisi dell’esaustività della documentazione fornita, della consapevolezza e della gestione dei rischi ambientali e della dimostrazione delle best practice associate a leadership ambientale, cioè possedere obiettivi ambiziosi e significativi. Le aziende che non comunicano informazioni o forniscono informazioni insufficienti sono contrassegnate con una F.

Paul Simpson, Amministratore Delegato di CDP, ha aggiunto: “Cogliamo l’occasione per congratularci con tutte le società incluse nella “A List” di quest’anno. Assumere un ruolo guida in materia di trasparenza e azione per la tutela ambientale è uno dei passi più importanti che le aziende possono compiere ed è ancora più impressionante in questo anno difficile segnato dal COVID-19. Il rischio che il cambiamento climatico, la deforestazione e la precarietà idrica comporta per le imprese è enorme. Sappiamo che le opportunità offerte dall’azione prevalgono di gran lunga sui rischi dovuti all’immobilismo. La leadership del settore privato creerà un circolo virtuoso influenzando anche le azioni dei governi, per fare in modo che l’economia sostenibile a zero emissioni diventi realtà. La nostra “A List” celebra quelle aziende che si preparano ad eccellere nell’economia del futuro, attraverso un’azione immediata”.

La “A List” 2020 di CDP può essere visionata qui.

Visita la nostra pagina sulla sostenibilità.

Visit our national website:

×